Il socio lavoratore

La legge 142/2001
A chi si riferisce?
La legge n. 142/2001, regola la posizione del socio-lavoratore nell'ambito dell'impresa cooperativa. Nel momento in cui viene assunto, egli, instaura con l'impresa sociale  un doppio rapporto: uno di socio e l'altro di lavoratore (che può avere forma: autonoma, subordinata, o qualsiasi altra forma prevista dal D.Lgl. 06/2003;).
 
Il rapporto associativo prevale sul rapporto di lavoro. Per cui, in caso di licenziamento, il lavoratore dovrà  prima essere escluso dalla cooperativa come socio e solo successivamente come lavoratore.

Il socio-lavoratore concorre alla gestione d'impresa partecipando:
  • alla formazione degli organi sociali
  • definizione della struttura di direzione e conduzione dell'impresa
  • partecipa alle decisioni riguardanti le scelte strategiche
  • contribuisce alla formazione del capitale sociale
  • partecipa al rischio d'impresa
  • partecipa ai risultati economici e ne decide la destinazione
  • mette a disposizione della cooperativa le sue competenze professionali.